Prima generazione di cinture nere italiane

Nella foto qui sopra la commissione esaminatrice esami di 1° Dan di AIKIDO – Stage di Venezia 1968. Da sinistra a destra Nemoto Sensei, Asai Sensei, Tada Sensei, Noro Sensei, Ikeda Sensei. Sandro Peduzzi riceve lo Shodan di Aikido a Venezia durante questo Stage

tratto da Wilkipedia

L’anno accademico 1968/1969 merita di essere ricordato anche perché nell’arco di quest’anno il M° Tada Hiroshi rilasciò in Italia i primi certificati con il grado aikidoistico di Shodan (cintura nera 1º dan) ad un primo gruppo di suoi allievi che lo avevano seguito assiduamente in quegli anni. In quell’epoca, ancora semipionieristica, non esisteva la possibilità di inoltrare una “domanda di esame” per la cintura nera ed era solamente il M° Tada che, nel momento in cui riteneva che un suo allievo avesse completato la preparazione necessaria, decideva a proprio insindacabile giudizio di conferirgli il grado di Shodan.

Il primo gruppo di aikidoisti italiani che in quell’anno accademico ricevettero dal M° Tada Hiroshi il grado di Shodan riconosciuto ufficialmente dall’Hombu Dojo Aikikai, furono:
Bosello Claudio (Milano)
Burkhard Bea (Napoli)
Chierchini Carla (Roma)
Chierchini Danilo (Roma)
Cesaratto Gianni (Roma)
De Compadri Fausto (Mantova)
De Giorgio Sergio (Roma)
Della Rocca Vito (Salerno)
Esposito Brunello (Napoli)
Immormino Ladislao (Torino)
Infranzi Attilio (Cava dei Tirreni)
Lusvardi Francesco (Mantova)
Macaluso Marisa (Mantova)
Peduzzi Alessandro (Milano)
Pipitone Claudio (Torino)
Ravieli Alfredo (Roma)
Sabatino Nunzio (Napoli)
Sciarelli Guglielmo (Napoli)
Veneri Giorgio (Mantova)

About The Author

Avatar
admin@shobuaiki.it