Category Archives: Shobu Aiki

Ciao a tutti,

sto lavorando a questo Blog da un po’ di tempo e spesso mi sono detta che avrei contribuito anch’io a dire qualcosa, non perchè abbia l’opportuna conoscenza della materia ma perché mi sentivo di farlo!!!Poichè per me l’aikido non è un hobby o uno sport, è un vero e proprio amore.Di fatti l’aikido per me […]

Uke e Torì:la complementarietà dei ruoli

Nella pratica dell’aikido esistono due vie di apprendimento pratico delle tecniche, una passiva, “Uke” e una attiva, “Torì”. Il primo attacca e permette al secondo, che si difende, di provare la tecnica. L’aikidoka si alterna nei due ruoli provando così due aspetti complementari della stessa azione. “… I movimenti nelle arti marziali diventano vivi quando […]

O Sensei

Chi era Morihei Ueshiba, il fondatore dell’Aikido Era un uomo di 1 metro e 53 centimetri, piccolo ma invicibile. Un samurai dello spirito che ha attraversato un secolo tempestoso. Ha vissuto nel Giappone dei duelli e delle guerre, affrontando a mani nude uomini armati di spada, vivendo le tante guerre del 900 senza paure. Fine […]

I movimenti fondamentali nell’aikido

Circolarità e penetrazione Gesti circolari e ampi che assorbono e rilanciano l’energia dell’avversario, ma anche entrate dirette, che penetrano nello spazio lasciato libero da chi attacca, caratterizzano l’azione dell’aikidoka. “Non guardare questo mondo con timore o avversione fai fronte coraggiosamente a tutto ciò che offrono gli dei”. Morihei UeshibaCircolarità e penetrazione nello spazio avversario sono […]

Significato dell’Aikido

La traduzione letterale, come avviene nelle lingue orientali che usano ideogrammi, dà solo un’idea astratta del significato contenuto nell’espressione. L’espressione Aikido è composta da tre parole con significati che possono essere tradotti letteralmente come via “do” – dell’unione “ai” – con il “ki”. La prima delle tre voci “Ai” esprime il concetto di unione. Se […]

Perché praticare l’Aikido.

L’arte marziale che va sotto il nome di Aikido non usa la potenza, preferisce l’armonia dinamica, i muscoli rilassati e la concentrazione gioiosa che unisce.Il suo scopo non è l’agonismo o la difesa personale, né tantomeno l’annientamento dell’avversario, ma la crescita spirituale di chi la pratica. Dimenticate i muscoli gonfi e tesi, la grinta da […]